Federazione Motociclistica Italiana: FMI

Federazione Motociclistica Italiana: FMI

Federazione Motociclistica Italiana: FMI- Eravamo verso la fine dell’800 quando le prime rarissime motociclette percorrevano le strade ancora solcate dai cavalli e dalle ancora più rare autovetture, retaggio dei ricchi dell’epoca. Passarono circa 20 anni prima che si sentisse l’esigenza di riunire i pochi motociclisti in un Club: nasceva nel 1911 il Moto Club d’Italia con sede a Milano.

Oggi siamo abituati a vedere moto, motocicli, Scooter solcare le strade italiane, in centri urbani e al di fuori di questi e ammiriamo in pista le corse di questi mostri a due ruote, potenti, veloci e anche un po’ pericolosi. Esistono città in cui la circolazione delle moto è assolutamente caotica

Se un motociclista dei primi anni in cui queste erano rare sulle strade vedesse la circolazione odierna ne resterebbe sconvolto. Le moto videro comunque un sensibile sviluppo, tanto che venne sentita l’esigenza di riunire i motociclisti in un Club.

Il primo Moto Club Italiano, nato nel 1911, vide arrivare il riconoscimento del CONI nel 1927 e eletto a rango di Ente Morale con un Regio Decreto il 28/11/1931. Dopo soli tre anni, nel 1934, venne trasformato in Reale Federazione Motociclistica Italiana.

Storia FMI: Il conflitto mondiale blocca tutto

La Seconda Guerra Mondiale mise in secondo piano la Federazione che sospese le sue attività nel 1943 per risorgere nel 1946. La Sede sociale vide una certa peregrinazione, da Milano a Roma, poi Venezia, nuovamente Milano e infine, dal 1964, nuovamente a Roma dove è attualmente.

Il cuore pulsante della Federazione Motociclistica Italiana (FMI), sono i vari Moto Club presenti sul territorio nazionale che si riuniscono in forma Federativa nella Federazione Motociclistica Italiana.

Il compito fondamentale, la Missione della Federazione Motociclistica Italiana è di essere l’unico soggetto nazionale abilitato a autorizzare, gestire, regolare ogni manifestazione motociclistica sul territorio nazionale, a carattere sportivo o ludico che sia.

La Federazione Motociclistica Italiana ha una sua autonomia tecnica, organizzativa e gestionale ma sempre sotto la vigilanza del CONI.  Riunisce sotto un’unica organizzazione tutte le Società motociclistiche e le associazioni sportive regolarmente affiliate che praticano il motociclismo sul territorio nazionale.

I motociclisti possono tesserarsi alla Federazione Motociclistica Italiana avendo come vantaggio sconti e condizioni di maggior favore sulle assicurazioni, L’iscrizione al Registro Storico e le attività turistiche.

Ai tesserati è anche possibile accedere ai Corsi per Ufficiale Esecutivo, Tecnico Federale e Commissario di Gara. L’associazione è possibile Online ma anche recandosi presso un Moto Club nella zona di Residenza.

Hai gradito questo articolo? Faccelo sapere con un tuo Commento e seguici su Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *