Pallapugno e Coni (FIPAP)

Pallapugno e Coni (FIPAP)

Il gioco della Pallapugno è un gioco, uno sport che ha conosciuto in passato notevole fortuna ma che si è perso nel tempo. Veniva giocato nelle piazze dei paesi, negli Sferisteri delle città e in spazi appositamente dedicati anche in molti Parchi pubblici. Conosciuto anche con il nome di Pallone Elastico, oggi resta abbastanza diffuso soprattutto nel Piemonte meridionale e in alcune località della Liguria, meno frequentemente in altre zone del territorio nazionale.

Pallone Elastico e Pallapugno

Due termini che stanno ad indicare lo stesso Sport che, a livello agonistico, è regolato dalla Federazione Italiana Pallapugno (FIPAP) che ha il compito di organizzare le gare ufficiali, il Campionato e le partecipazioni a Tornei e eventi internazionali.

Nonostante il Gioco, un tempo molto popolare e diffuso, si sia un po’ perso, esistono campionati appassionanti e competizioni internazionali altrettanto, sempre sotto l’organizzazione e la vigilanza della Federazione che è riconosciuta dal Coni.

Se senti parlare di Pallapugno e di Pallone elastico, quindi, devi sapere che ci si riferisce al medesimo sport.

Come giocare a Pallapugno

Lo sport della Pallapugno oggi si gioca in terreni da gioco appositi chiamati Sferisteri. La Pallapugno, dal 2001, ha assunto in via ufficiale il nome di “Balùn“, un termine dialettale comune al Piemonte e alla Liguria che, lo ricordiamo, sono i due territori in cui prevalentemente è ancora giocato questo Sport.

Nella Pallapugno si affrontano due squadre di 4 giocatori ciascuna. Il Battitore è, solitamente, il giocatore più bravo ed esegue la sua battuta prendendo una lunga ricorsa, anche di 12 metri oltre le linee del campo.

La palla battuta con il polso deve rimbalzare dopo la metà del campo avversario ed entro le linee laterali. L’avversario che riceve la palla deve respingerla in campo avverso prendendo la palla al volo o al massimo entro il primo rimbalzo a terra, pena il fallo che assegna il punto alla squadra avversaria.

Il contatto con la palla può avvenire esclusivamente con l’avambraccio e solo con un solo braccio per volta. Il contatto con qualsiasi altra parte del corpo è considerato fallo.

Il conteggio dei punti avviene come nel tennis, quindi 15, 30, 40, set. La partita si gioca su 11 set.

Pallapugno o Pallone Elastico

Pallapugno Scuola media

La pallapugno, popolare e diffusa in passato, ha attraversato un periodo di grave crisi e oggi è giocata in campo nazionale quasi esclusivamente nel basso Piemonte e in Liguria nelle Province di Savona e Imperia.

Per mantenere questo Sport e dargli nuova vita, in molte scuole medie viene promosso e praticato nelle ore di educazione fisica per mantenere in vita tale Sport e per educare i ragazzi al mantenimento di tradizioni sportive che rischiano l’estinzione.

Pallapugno Albo D’Oro

Sono molti i Campioni del passato nello Sport della Pallapugno. Tra i più grandi ricordiamo Felice Bertola, titolare di 15 titoli italiani, Augusto Manzo con 8 titoli, Franco Balestra con 6 e altri con uno o due titoli.

In tempi più recenti spiccano Roberto Corino di Corneliano d’Alba che nel 2006 vinse al termine di una combattutissima partita contro il ligure Alberto Sciorella, riportando il titolo alla città di Alba nell’iconico sferisterio Alessandro Mermet.

Nel 2009 è stato Matteo Levratto con la sua squadra, la Don Dagnino Andora a riportare inn territorio ligure il titolo dopo la monopolizzazione del titolo per tre anni consecutivi ad opera dello stesso Corino che ha seguito un triennio di vittorie da parte di Paolo Danna di Monastero di Vasco.

Hai gradito questo articolo? Commentalo subito e seguici su Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.