Pulley Basso: Esecuzione, Alternative e Muscoli Coinvolti

pulley-basso-benefici-esecuzione

Nel Body Building, il Pulley Basso, noto come Rematore del Cavo, rientra tra gli esercizi più importanti e famosi. La sua importanza è davvero uno dei capisaldi. L’obiettivo che si pone è di allenare la schiena e definirne la muscolatura.

Questo esercizio, pur rientrando tra quelli base, nasconde delle difficoltà di cui vi parleremo. Come ogni esercizio, dopotutto, anche il Pulley Basso richiede una notevole capacità di allenamento.

Prima di fare il Pulley Basso, è bene eseguire degli esercizi di riscaldamento e di allenamento, onde evitare possibili stiramenti. Vediamo insieme quali sono i suoi benefici e quali muscoli ne traggono maggiore tensione.

Pulley Basso: Muscoli Coinvolti

Quali sono i muscoli che si alleneranno?

Tra i vantaggi del Pulley Basso, si segnalano una tensione continua su tutto il ROM di movimento e un picco di contrazione davvero notevole. Il movimento che eseguirete si concentra maggiormente sulle braccia.

Questo esercizio serve soprattutto per migliorare l’anatomia della schiena. I muscoli impegnati nell’esercizio sono il gran dorsale, il posteriore dei deltoidi, il muscolo romboide e la parte bassa dei trapezi.

Qualora foste a un livello avanzato di Body Building, potreste tentare un movimento in avanti, durante l’esercizio, al fine di far lavorare anche i muscoli lombari.

Alternative al Pulley Basso

Possibili esercizi da sostituire al Pulley Basso

L’esecuzione dei Pulley Basso non è sempre necessaria. Potrete cambiare gli esercizi sulla base del vostro allenamento. Tra le possibili alternative, si segnalano le varianti del Pulley orizzontale, dove stimolerete il deltoide posteriore, e del pulley alto con triangolo. Tuttavia, il Pulley Basso rimane il migliore tra gli esercizi proposti, in quanto allena completamente la schiena in modo appropriato.

Pulley Alto e Pulley Basso con Triangolo

Ambedue gli esercizi possono essere eseguiti anche con il triangolo

Normalmente, il pulley si esegui servendosi di una barra/trazy bar. Tuttavia, esiste anche la possibilità di usare il triangolo. L’esercizio si eseguirà attraverso un cavo alto. Ne ricaverete maggiore allungamento del gran dorsale.

Il triangolo permetterà una traiettoria più stretta. L’esercizio vi ricorderà vagamente il rematore con manubrio.

Il Pulley Alto è il meno eseguito. Dovrete poggiare i piedi sulla struttura del pulley, che sarà inclinata al 45%. Tutti gli istruttori preferiscono inserire tra gli esercizi di allenamento il pulley basso con triangolo o con la classica sbarra.

Pulley Basso Presa Larga

Come allenare i dorsali correttamente

Anche in questo esercizio si allenano notevolmente i dorsali. Contrariamente al pulley basso, il pulley a presa larga si prefigge di ravvicinare con maggiore tensione le scapole; si avrà una massima contrazione dei dorsali.

L’esecuzione dell’esercizio è di media difficoltà. Sederete sulla panca, i piedi saranno sugli appoggi, le ginocchia dovranno essere flesse. Afferrerete la maniglia per la presa larga e terrete la schiena molto dritta. Si avrà una contrazione delle scapole.

Quando comincerete ad eseguire l’esercizio, fate attenzione ad avvicinare le scapole il più possibile. In questo modo, i muscoli lavoreranno meglio e risponderanno ottimamente agli stimoli proposti dall’esercizio.

Il pulley a presa larga è un ottimo sostituto del pulley basso e libera i movimenti della schiena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.