Serena Williams Chi è la Tennista Professionista

serena williams chi è la tennista professionista

Serena Williams Chi è la Tennista Professionista – E’ una delle più conosciute e vincenti tenniste di ogni tempo, grazie alla sua grandissima forza fisica, impossibile da battere per le avversarie.

Classe 81, Serena Williams è nata a Saginaw nel Michigan ed ha iniziato a dedicarsi al tennis nel 2002, anno in cui è diventata la numero uno al mondo per la prima volta. Da quel momento in poi è sempre riuscita da avere grandi risultati e, a battere vari record.

Serena ha vinto uno dei record più impressionanti, tenendo per ben 103 settimane consecutive il primato. Infatti, dal febbraio 2013 al novembre 2014, è stata sempre la prima in classifica, senza mai essere sorpassata dagli avversari. Numero uno nel ranking WTA, Serena ha avuto la capacità di conquistare ben 34 trofei del Grande Slam, tra singolo e doppio, in quasi 15 anni di carriera.

La grandissima tennista americana, inoltre, è riuscita ad ottenere ben 4 medaglie d’oro alle Olimpiadi, 2 Hopman Cup, una Federation Cup e altri grandi titoli. Inoltre, la Williams è la sola tennista ad aver completato il Career Golden Slam.

Imprese sportive

Serena ha iniziato a debuttare nel mondo professionistico nel 1997. All’età di 18 anni ha partecipato al torneo di Indian Wells, in cui venne eliminata alle qualificazioni. Negli altri tornei, invece, si qualifica in un main draw fino al successivo torneo di Chicago. Qui, diventa la protagonista del torneo, nel quale riesce a battere Mary Pierce e Minica Seles. In coppia con sua sorella Venus Williams, raggiunge i quarti di finale a Indian Wells ed anche la semifinale di Chicago, perdendo tuttavia al ritiro contro Davenport-Seles.

Nel 1997 al torneo dello Slam in doppio, negli US Open, non superano il primo turno. L’anno seguente, inizia a gareggiare con il nuemro 96 nel ranking mondiale. Dunque, per Serena inizia la nuova stagione, nella quale riesce a dare tutto il meglio di se stessa; riesce a battere ai quarti di finale Lindsay Davenport, arrivando fino alla semifinale per poi essere superata da Arantxa Sanchez-Vicario.

Agli Australian Open, però, subisce un’ulteriore sconfitta, infatti viene eliminata al secondo turno dalla sorella. Perde ai quarti di finale anche contro Joannette Kruger, ad Oklaoma City, ma vince il torneo doppio. Invece, a Miami viene squalificata anche ai quarti di finale, con la vincita di Martina Hingiscon.

A Roma, viene sconfitta anche dalla sorella ai quarti, ma continua in doppio fino alla semifinale. In Francia agli Open, riesce a conquistare soltanto il terzo set perdendo contro Arantxa Sanchez-Vicario.

Sebbene ci abbia messo molto impegno, la Williams non riceve grandi soddisfazioni nella seconda parte della stagione. Tuttavia, si aggiudica il secondo titolo nel doppio, insieme a sua sorella, vincendo il torneo di Zurigo. Nel 1999 riesce a battere Amelie Mauresmo aggiudicandosi il primo trofeo dello Slam.

In seguito Serena riesce a vincere anche il secondo torneo dell’Indian Wells, battendo Lindsay Davenport, vincendo persino contro Mary Pierce e Steffi Graf. La Williams, dopo una lunga pausa dalle vincite, riesce ad aggiudicarsi il trofeo degli US Open a Los Angeles. In finale batte anche sua sorella, aggiudicandosi la Grand Slam Cup.

In doppio, arriva alle semifinali di ogni torneo a cui partecipa. Con Venus vince ad Hannover, aggiudicandosi persino gli Open di Francia e gli US Open. All’Australia Open del 2000, però, qualcosa va storto. Infatti, viene bloccata ai quarti, ma anche a Miami e Indian Wells. Non riesce a custodire il titolo al Roland Garros, in cui viene battuta dalla sorella.

Nel 2000 riesce a vincere ad Hannover e a Los Angeles, arrivando fino alla finale di Tokyo. Vince il doppio, ricevendo il titolo di Wimbledon e anche la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Sydney.

Anche nel 2001 riesce ad ottenere dei grandi risultati, ma allo stesso tempo perde in numerosi tornei. Infatti, in quest’anno i successi raggiunti sono soltanto due, quello di Monaco e quello di Toronto.

L’anno del grande successo è il 2002, periodo in cui vi è una svolta positiva per la tennista, che riesce a conquistare diverse vittorie, fino a raggiungere il primato nel ranking mondiale. Nel torneo di Scottsdale, batte ai quarti Martina Hingis, in semifinale Venus Williams e in finale Jennifer Capriati. La seconda vittoria è quella di Roma, in cui batte Justine Henin.

Durante il periodo estivo vince anche il Roland Garros e gli US Open, battendo in ogni occasione sua sorella Venus. A luglio si aggiudica il titolo di numero uno nel mondo. A settembre, inoltre, riesce ad aggiudicarsi il torneo di Tokyo e anche quello di Lipsia. Viene, però, sconfitta al WTA Championship.

Nel 2003 conquista gli Open d’Australia, completando anche il Career Grand Slam in singolo. Conquista anche il torneo di Parigi e Miami, ma persino quello di Wimbledon. Tuttavia, dopo le grandi vittorie il suo fisico cede. Serena non partecipa più a nessun evento durante la stagione, venendo scanzata dalla vetta del ranking mondiale di Kim Clijsters.

Nel 2004 la tennista vive un anno piuttosto negativo. Infatti, non riesce a vincere nessun torneo importante. In questo periodo, la Williams si dedica ad altro, occupandosi di moda, lavorando come modella e creando una personale linea di abiti sportivi. Partecipa a uno degli episodi di “Tutto in famiglia” insieme al celebre Damon Wayans.

L’anno dopo partecipa agli Open d’Australia, portandosi a casa la vittoria. Tuttavia, durante la stagione non riesce a vincere più trofei, uscendo di conseguenza dalle prime 10 nel ranking. Il 2006 è stato l’anno peggiore della sua carriera, infatti a causa di molteplici infortuni non è riuscita a giocare, uscendo di conseguenza dalle prima 100 del ranking.

Il 2007 è stato l’anno del miglioramento. Infatti, dopo aver superato bene le problematiche fisiche che l’avevano costretta al riposo forzato, Serena vince gli Australian Open battendo in finale Marija Sarapova. In quest’anno si è aggiudicata anche il WTA di Miami, arrivando persino ai quarti a Roma e a Stoccarda, e in finale a Mosca.

Nel 2008 vince i quarti in Australia battendo anche i suoi avversari a Bangalore, Miami e Charleston. Vince persino i tornei di Berlino e Roma. Nel mese di giugno dello stesso anno, però, non vince la finale di Wimbledon, perché viene battuta da sua sorella Venus.

Alla XXIX Olimpiade la Williams conquista la seconda medaglia d’oro olimpica, vincendo persino il doppio con sua sorella. A settembre del 2008 si aggiudica il terzo US Open contro Jelena Jakovic. Nel 2009 riesce a diventare di nuovo la numero uno del mondo, grazie alla vittoria su Dinara Safina agli Australian Open.

A Wimbledon riesce a conquistare il titolo in singolo, contro sua sorella. Con sua sorella si aggiudica anche il torneo di doppio negli US Open. Nell’ottobre del 2009 riesce a raggiungere il primo posto del ranking mondiale, concludendo l’anno con la vittoria del Masters di Doha in singolo con sua sorella.

Nel 2010 riesce a vincere la finale del torneo di Sydney e gli Australian Open, battendo in finale Justine Henin. Sebbene, però, abbia avuto numerosi successi ad inizio anno, la tennista subisce un ulteriore infortunio al piede e un’embolia polmonare.

Torna in campo a giugno, partecipando all’AEGON International di Eastbourne, dove non riesce a superare il secondo turno, in quanto viene battuta da Vera Zvonareva. In seguito partecipa alla 125° edizione di Wimbledon, dove però non riesce a vincere.

Dal 2011 al 2013 la Williams riesce ad annientare tutte le sue avversarie, portandosi a casa più di una vittoria. Alla fine del 2011, Serena torna in campo aggiudicandosi il torneo WTA, conquistando persino la 40° edizione del Bank of the West Classic. A Toronto vince un altro importante torneo. In Canada batte in finale Samantha Stosur in due set.

Nel 2012, però, l’anno non inizia alla grande perché subisce un infortunio alla caviglia. Dopo la pausa per infortunio, torna in campo e si aggiudica immediatamente il torneo di Charleston e quello di Madrid. A Wimbledon vince il torneo in finale con Agnieszka Radwanska, ma anche la semifinale contro Viktoryja Azaranka.

In seguito conquista anche il Bank of the West Classic di Standford. Ad agosto 2012 si laurea campionessa olimpica, aggiudicandosi la finale contro Marija Sarapova. Il giorno seguente vince con sua sorella Venus, aggiudicandosi un altro oro.

Nell’estate 2012 vince un’altra volta agli US Open battendo Viktoryja Azaranka. A fine del 2012 si aggiudica anche il WTA Tour Championship di Istanbul. A gennaio del 2013 vince il torneo di Brisbane. Va ai quarti di finale contro Petra Kvitovà assicurandosi il primo posto della classifica.

La tennista vince anche il torneo di Miami per la sesta volta, superando Steffi Graf. A Charleston sconfigge in finale Jelena Jankovic e sua sorella in semifinale. Da questo momento in poi le vittorie consecutive per la Williams, aggiudicandosi la vittoria del Mutua Madrid Opena 2013. Al torneo degli Internazionali BNL d’Italia, sconfigge Viktoryja Azaranka, segnando ulteriori vittorie nel corso della sua vita.

Agli Open di Francia, batte la Sharapova in finale, conquistando il secondo titolo parigino della sua carriera da tennista. A giugno partecipa al torneo di Wimbledon, ma viene eliminata agli ottavi di finale da Sabine Lisicki. Dopo un mese, però, si aggiudica la vittoria, vincendo il primo torneo International della carriera a Bastad.

Dopo altre numerose vittorie fino al 2013, la Williams chiude l’anno con ben 11 titoli. Il 2014 e il 2015 sono stati altri anni di vittorie per la tennista, raggiungendo ben 19 Slam vinti.

Punti di forza di Serena Williams

La celebre tennista Serena Williams è una giocatrice da fondo campo, e il suo gioco si costituisce attorno a un istantaneo controllo aggressivo dello scambio, sia nel suo turno di servizi che durante quello dell’avversaria. Il suo diritto viene considerato come uno dei più forti in assoluto nel circuito, così come anche il suo rovescio bimane.

La Williams vanta anche di un notevole servizio, considerato uno dei più forti a livello femminile. Serena è persino una bravissima doppista e durante gli anni ha imparato a dominare il tennis.

La Williams è nota anche per essere una giocatrice piuttosto valida anche a livello mentale. Infatti, si è aggiudicata tre Slam. Per di più, ha imparato a servire aces nei momenti più difficili degli incontri, come anche nelle palle break e i match points a sfavore, però.

Davvero tanti sono i record stagionali che detiene. Nell’anno 2014 è stata la giocatrice migliore, in quanto è riuscita ad eseguire più ace possibili, ben 395. E’ stata inoltre l’unica a vincere più giochi con il servizio e, ad aver più punti con la seconda di servizio. E’ stata l’unica che ha salvato più palle break in proprio sfavore.

Serena Williams: Vita Privata

Serena Williams è una tennista formidabile, ma anche una donna molto simpatica ed estroversa. Sul web è molto presente, tanto che la sua pagina Twitter è a dir poco spettacolare, proprio perché ricca di moltissimi interventi.

Serena è una tipa molto eccentrica e ama la moda, forse più del tennis. Infatti, nel 2010 ha firmato una sua linea di abbigliamento sportivo. Ma Serena è stata colpita anche molto dall’omicidio di sua sorella Yetunde. Infatti, durante questo periodo della sua vita, si allontana dal tennis, proprio perché è piuttosto provata e depressa.

Sua sorella Yetunde viene a mancare il 14 settembre 2003. La tennista in quel momento si trovava a Toronto. Yetunde viene ammazzata mentre si trovava in auto con il suo ragazzo, a Los Angeles.

Serena non sopportò davvero la morte di sua sorella, tanto che cadde in una profonda depressione, ma decise di affidarsi a un buon terapista per superare il suo dolore. La situazione migliorò notevolmente, tanto che la tennista tornò in campo dopo poco tempo.

Per quanto riguarda la fede, la Williams è una testimone di Geova e parla molto spesso del suo impegno religioso. Dopo la perdita di sua sorella, Serena torna a sorridere alzando numerosi trofei.

Pochi anni fa, inoltre, ha annunciato il fidanzamento con Alexis Ohanian, accettando persino la proposta di matrimonio. Dunque, fra vittorie, cadute e la morte di sua sorella, Serena ha avuto la forza di andare avanti e concludere al meglio il 2016. Nel 2017, inoltre, è nata anche la sua piccola Alexis Olympia Ohanian.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *