Stacchi Rumeni: Come Eseguirli, Benefici e Differenze

stacchi-rumeni-esecuzione

Gli Stacchi Rumeni sono tra gli esercizi più consigliati. Se amate prendervi cura del vostro corpo e siete sempre alla ricerca di nuovi esercizi con cui allenarvi, oggi vogliamo mostrarvi i benefici degli stacchi rumeni.

I vantaggi di un allenamento costante ci ripagano del sudore e della fatica che abbiamo speso per avere un corpo perfetto.

Con l’avvicinarsi dell’estate, molti riprendono la tuta e cercano quantomeno di porre rimedio agli eccessi invernali. Gli Stacchi Rumeni potranno servirvi nel corso del vostro allenamento.

Stacchi Rumeni Muscoli Coinvolti

Quali sono i muscoli che rispondono a questo esercizio?

I muscoli coinvolti negli stacchi rumeni sono i seguenti: muscoli dorsali e lombari, femorali e glutei. Generalmente, questo esercizio è preferito dalle donne e viene eseguito attraverso l’utilizzo dei manubri.

Gli stacchi rumeni vengono considerati meno aggressivi degli stacchi da terra; gli allenatori dicono che quest’ultimi siano più completi.

Stacchi Rumeni Mabubri

Come si eseguono gli stacchi rumeni

Considerate che questo esercizio non è eseguibile da tutti e dovrete allenarvi molto prima di provarci. Potreste stirarvi un muscolo, altrimenti. Gli stacchi rumeni con i manubri vengono spesso fatti in casa; è considerato uno degli esercizi da poter eseguire da soli, a patto che abbiate la massa muscolare per rispondere all’energia necessaria.

Quando eseguite gli stacchi rumeni con i manubri, tutto il peso si concentrerà sulla muscolatura posteriore delle gambe. Il punto di tensione maggiore si troverà sui glutei.

Differenza Stacchi Rumeni e Stacchi Gambe Tese

La differenza sostanziale tra i due esercizi più noti per i glutei

Questi due esercizi vengono spesso confusi, o vengono addirittura classificati con lo stesso nome. Diciamo che non è del tutto sbagliato, ma rimangono due esercizi differenti. Entrambi agiscono sugli stessi muscoli. Gli stacchi rumeni sono tra i più eseguiti, soprattutto in palestra.

Negli stacchi a gambe tese, le gambe si tendono al massimo e il bilanciere rimarrà all’altezza del ginocchio.

La difficoltà degli stacchi da terra è più alta rispetto agli stacchi rumeni. Entrambi gli esercizi sono comunque molto validi e devono essere eseguiti alla perfezione, onde evitare possibili stirature.

Gli stacchi a gambe tese vengono consigliati per le persone che hanno già molta massa muscolare, in grado di riuscire a tendere le gambe in modo eccellente.

A Cosa Servono Gli Stacchi Rumeni?

Quali sono i benefici degli stacchi rumeni?

Questo esercizio è fondamentale per rinforzare i glutei. Sono davvero utili per rassodare la zona glutei e si eseguono normalmente in breve tempo. Rinforzare la base del gluteo richiede notevole sforzo, ma gli stacchi rumeni sono stati ideati con l’intento di creare un esercizio adatto allo scopo.

Normalmente, vengono inseriti in quasi tutti i programmi di allenamento da un personal trainer in palestra, data la loro importanza e la relativa efficacia. Ma non solo: aiuta a fare dimagrire e tonificare le gambe.

Gli stacchi rumeni coinvolgono molti muscoli e i loro benefici sono comprovati, se, ovviamente, li praticate molto spesso. Ricordate che nell’esercizio fisico è importante la costanza. Allenarvi una volta al mese non permetterà alla massa muscolare di tonificarsi.

Quello che vi consigliamo è di non mollare mai gli allenamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.