Strappo Muscolare

strappo-muscolare

Strappo Muscolare – Non hai fatto stretching prima di un’attività lavorativa fisicamente impegnativa e hai subito uno strappo muscolare?

Avverti un dolore lancinante e non sai come agire? I sintomi ti impediscono di svolgere con facilità anche le più semplici attività quotidiane? Scopriamo insieme cos’è lo strappo muscolare, quali sono i sintomi da cui si caratterizza e i rimedi da attuare!

Quando parliamo di strappo muscolare, dunque, ci riferiamo a un disturbo piuttosto frequente nelle persone che eseguono esercizi o attività fisicamente impegnative.

Quindi, possiamo definirlo come la rottura parziale o totale delle fibre muscolari, che provoca dolore forte e costante, impedendo persino il normale svolgimento delle attività quotidiane.

Quali sono le cause di uno strappo muscolare e i sintomi? Come è possibile rimediare?

Come dicevamo pocazni, lo strappo muscolare non è altro che una lesione che subisce il muscolo, in seguito a uno sforzo, e prevede la rottura totale o parziale delle fibre muscolari.

Le cause dello strappo muscolare, quindi, possono essere svariate e differenti tra di loro, e solitamente vengono attribuite a una scarsa preparazione atletica.

Dunque, le cause possono essere dovute e uno sforzo eccessivo, a movimenti bruschi, a uno scarso riscaldamento prima dell’attività fisica, ad esercizi eseguiti in un ambiente umido o freddo e persino alla sedentarietà e ai chili di troppo.

Strappo Muscolare Schiena

Come abbiamo appena detto, lo strappo muscolare può avvenire in differenti situazioni, specialmente quando a muscolo freddo, ovvero senza un iniziale riscaldamento, avvengono degli sforzi eccessivi.

Differenti possono essere le parti del corpo che vengono colpite dallo strappo muscolare, come la schiena, specialmente la zona lombare.

In questa parte della schiena, dunque, è possibile essere maggiormente colpiti dallo strappo muscolare, a causa di una scorretta posizione oppure per un sovraffaticamento muscolare.

Solitamente, per evitare di soffrire inutilmente e per far si che il dolore passi subito, è necessario affidarsi agli antinfiammatori o persino a farmaci antidolorifici.

E’ persino previsto il riposo forzato, soprattutto se il dolore non tende a diminuire. In seguito alla fase di riposo, dunque, bisogna iniziare a fare esercizi fisici, in modo da allungare la muscolatura della schiena.

Dunque, nel caso di strappo muscolare alla schiena, la prima cosa da fare è applicare del ghiaccio sulla zona interessata, per far si che l’infiammazione si attenui, ed evitare che dolore non cessi.

Ovviamente, a seconda della gravità del problema, è necessaria una terapia differente per la guarigione. Infatti, in casi del genere, è prevista la fisioterapia e massaggi rilassanti.

Strappo Muscolare Coscia

A differenza di altri disturbi, lo strappo muscolare che interessa la coscia, rappresenta uno dei disturbi più frequenti negli sportivi, tra cui gli ciclisti, calciatori e corridori. Anche nel caso di strappo muscolare della coscia, ci riferiamo a una seria lesione del muscolo, e in qualsiasi caso è possibile subire una lesione totale o parziale delle fibre che compongono la muscolatura della coscia.

Inoltre, anche per quanto concerne lo strappo muscolare della coscia, differenti sono le cause che provocano questo disturbo, come l’eccessiva stimolazione del muscolo.

La sintomatologia principale dello strappo muscolare della coscia, si caratterizza da un forte dolore, che tende a irradiarsi nelle zone circostanti, tra cui pube e inguine.

In questo caso, è necessaria l’immediata applicazione di ghiaccio sulla zona interessata, in modo da favorire la vasocostrizione, evitando di massaggiare la zona.

In tutti i casi, è previsto un tempo di riposo che può andare da 15 a 30 giorni, con l’assunzione di farmaci antinfiammatori per ridurre il gonfiore e attenuare il dolore.

In seguito, si prevedono sedute di fisioterapia mirata. In alcuni casi, però, può essere necessario l’intervento chirurgico.

Strappo Muscolare Polpaccio

Anche lo strappo muscolare del polpaccio rappresenta un disturbo molto frequente, specialmente nei soggetti che praticano regolarmente sport. Proprio come ogni altro tipo di strappo, quello al polpaccio comporta un dolore lancinante e, in base alla gravità, viene trattato in maniera differente.

Come ogni altro tipo id strappo muscolare, quello al polpaccio può essere causato da un insufficiente riscaldamento prima dell’attività fisica, dall’esecuzione di esercizio fisico in ambienti umidi o freddi e dalla sedentarietà, come anche dal peso eccessivo.

Lo strappo al polpaccio, però, può essere classificato in tre gradi di gravità.

Nel primo caso viene coinvolto solo il 10% delle fibre muscolari, nel secondo caso vi è il 50% della rottura delle fibre muscolari e nell’ultimo caso, quello più complesso, vi è una totale separazione del muscolo, e in casi del genere può rivelarsi necessario l’intervento chirurgico.

Nei casi meno gravi è opportuna l’applicazione del ghiaccio sulla zona interessata e recarsi il prima possibile al pronto soccorso. Il trauma del polpaccio, dunque, si manifesta con un rigonfiamento del muscolo, in casi del genere si rivela necessario il massaggio muscolare.

E, nel caso più grave è importante stare a riposo per lungo periodo, tanto da poter riprendere a fare sport dopo almeno 6 mesi dal trauma.

Strappo Muscolare Spalla

Moltissime sono le persone che soffrono di strappo muscolare della spalla, in quanto in questo caso vengono coinvolti i muscoli che rivestono la cuffia dei rotatori, ossia uno dei muscoli della spalla.

In questo caso, il dolore è davvero forte e si manifesta generalmente sul lato posteriore della zona, ovvero a livello del trapezio. Lo strappo muscolare della spalla, però, può manifestarsi anche nella zona anteriore, poiché causato dal tendine del bicipite, ossia quello presente nella parte anteriore della spalla.

Ovviamente, la prima cosa da fare consiste nello smettere immediatamente di fare sforzi o qualsiasi tipo di attività, posizionando immediatamente un panno con del ghiaccio all’interno sulla zona e restare fermi per un po’ di tempo, almeno fino a quando non si avvertirà un rilassamento muscolare. In alcuni casi, è prevista persino la fasciatura del braccio.

Sintomi e Rimedi Strappo Muscolare

La sintomatologia che interessa lo strappo muscolare, dunque, è immediata e si manifesta principalmente nel momento in cui a causa di un insufficiente riscaldamento avviene lo strappo. Dunque, tra i sintomi è possibile avvertire un forte dolore improvviso, intenso e intollerabile, tanto che si rivela difficoltoso fare qualsiasi tipo di movimento.

Nel caso di strappo muscolare, dunque, il dolore è talmente forte poiché vi è la contrazione muscolare e, nel caso di lesione piuttosto estesa, potrebbe rivelarsi impossibile fare movimenti. Lo strappo muscolare, inoltre, si manifesta con gonfiore ed ematomi nella zona interessata, causati da una maggiore irrorazione dei capillari, e quindi, in seguito alla lesione delle fibre stesse e delle vene.

Naturalmente, il rimedio principale è rappresentato dal primo soccorso, con conseguente applicazione di ghiaccio sulla zona interessata. In seguito, il medico potrà prescrivere dei farmaci antinfiammatori o antidolorifici per tenere alla larga il dolore e per sfiammare la zona. In molti casi, inoltre, è prevista la fisioterapia e massaggi rilassanti, abbinati a creme e pomate rinfrescanti, proprio per rilassare e sfiammare il muscolo colpito dallo strappo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.